Le richieste per autori e lettori, di recensioni sono momentaneamente sospese.
Restate connessi con La Bottega Librosa, per rimanere sempre aggiornati su eventuali cambiamenti.

mercoledì 29 marzo 2017

Recensione «Tra le braccia di Morfeo» di A.G. Howard

"Uno fa quel che deve, per proteggere ciò che ama."

Buona sera a tutto Libroreaders! È con questa frase introduttiva che questa sera vi presento (finalmente) il sequel del "Mio splendido migliore amico" di A.G. Howard: Tra le braccia di Morfeo.
Non è stato facile, parlo della recensione. Come ben sapranno anche le mie "colleghe" bookblogger, recensire un libro richiede pazienza, costanza, passione. Perché insomma... analizzare un libro pagina per pagina e parola per parola, appuntandosi tutto di volta in volta, non è cosa da poco!
Posso ritenermi ancora alle prime armi, anche se pian piano mi sono accorta di esser migliorata dalla prima volta e spero non sia solo una mia impressione.
Grazie a tutti voi che mi seguite per il vostro sostegno!! Per me è veramente importante ^^

Ma torniamo a noi, perché ora arriva la parte forse anche più difficile, se vogliamo dirlo: ossia recensire questo libro fa-vo-lo-so! Perché non saprei veramente quale altro termine utilizzare per descriverlo :)
Premetto che ho finito di leggerlo davvero in poco tempo, ma per vari motivi mi sono ridotta (come sempre del resto) in ritardo nel pubblicarvi la mia recensione xD (abbiate pazienza ahah).


Titolo: Tra le braccia di Morfeo
Titolo originale: Unhinged
Data di pubblicazione: ottobre 2015
Autore: A.G. Howard
Editore: Newton Compton Editori
Genere: Fantasy, Gothic
Prezzo di copertina precedente: € 14,90
Prezzo di copertina ristampa per la collana Gli Insuperabili: € 5,90
Pagine: 404
Disponibile anche in versione ebook a € 4,99
Acquistabile sia in digitale che cartaceo, su:
Newton Compton
Mondadori Store
Feltrinelli



Trama

Alyssa Gardner è stata nella tana del coniglio e ha affrontato il Serpente..
Ha salvato la vita di Jeb, il ragazzo che ama, è sfuggita alle macchinazioni dell'inquietante e seducente Morpheus e alla vendicativa Regina Rossa. Ora tutto quello che deve fare è prendere il diploma per realizzare il suo sogno e frequentare una prestigiosa accademia d'arte a Londra.
Sarebbe tutto più semplice se sua madre, appena uscita da una casa di cura, non si comportasse sempre in modo eccessivamente protettivo e sospettoso. E se il misterioso Morpheus evitasse di farsi vedere in giro per la scuola e non la tormentasse proponendole una pericolosa missione; un'altra sfida al Paese delle Meraviglie, a cui lei, almeno in parte, appartiene...


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

La mia recensione

Bene, miei cari Libroreaders, vorrei cercare di recensirvi questo romanzo in breve. Non voglio essere troppo prolissa (come al solito), anche per non rischiare di annoiarvi. E quindi farò il possibile per riuscirci!

In questo secondo romanzo, posso dire di aver riscontrato delle atmosfere ancora più creepy del precedente. Già nei primi capitoli vediamo un'Alyssa che "dipinge" le sue tavole usando il suo sangue (ma tranquilli, nulla di horrorifico o psicologicamente assurdo: capirete solo leggendo il perché), o ancora la presenza di un pupazzo pagliaccio che infesta sia gli incubi che anche la vita reale della nostra protagonista. Quale significato avrà la sua presenza? Un semplice scherzo di Morpheus, il solito seducente, doppiogiochista e manipolatore, o sotto in realtà c'è qualcosa di ben più pericoloso?
(Figuratevi che inoltre io ho una certa avversione per i pagliacci XD potete ben immaginare come mi sentivo nel leggere questa storia ahahah!)
O ancora bambole infestate che prendono vita, o altre scene e ambientazioni in pieno stile gotico.

Avremo il piacere di poter seguire Alyssa sia nella sua vita privata da studentessa che nel suo rapporto con la famiglia (finalmente riunita), il suo ragazzo Jeb, e Jenara (la sua cara amica, nonché sorella di Jeb).
Ma non solo noi seguiremo Al a scuola, anche una certa "persona" s'insinuerà ancora una volta nella sua vita stravolgendola nuovamente.
Morpheus infatti ha bisogno di lei, sia perché è ormai ovvio che penda dalle sue labbra (oppure no...), e sia perché il Paese delle Meraviglie è ancora in pericolo e questa volta sarebbe ora che Alyssa si decida e prendere le sue responsabilità di regina.
È così che il nostro bel ragazzo dai capelli blu farà la sua comparsa sotto mentite spoglie (anche se per Al la sua vera identità non ha segreti), per poterla tenere d'occhio e manipolarla con ogni mezzo, e persuaderla a seguirlo in questa nuova avventura.

(...) «Se credi che questo sia tragico, dovresti vedere cosa sta accadendo nel cuore del Paese». È il mio cuore a crollare adesso. (...)

Tra le braccia di Morfeo - pag. 35 }

Segreti e, ancora, segreti, si rincorrono in questo romanzo come una giostra impazzita, in un intrico di vicende che non smettono mai sorprendere e che non appaiono per nulla noiose o scontate.
Alyssa che deve fare in modo di nascondere ogni verità a suo padre e a Jeb (il quale non ha più alcun ricordo della vita Netherling di Alyssa).
I segreti di Alison, madre di Alyssa, la quale sembra non aver rivelato "proprio tutto" di sé. I segreti di Morpheus, il quale sembra sempre molto o troppo reticente: come a voler nascondere qualcosa. E ogni sua azione o comportamento appare sempre come una lama a doppio taglio.
Fidarsi o meno? E di chi?
Nulla in questa saga è scontata o data al caso.

(...) «Dille cosa hai visto... Oltre tutto ciò che le hai nascosto finora. Non sopravviverà all'attacco di Rossa se non può fare affidamento sulla verità». (...)
Tra le braccia di Morfeo - pag. 176 }

Presto ci verrà svelata l'identità del vero marionettista che sta a capo dei fili di tutte le vicende alle quali assisteremo, qualcuno che mai ci si sarebbe aspettato, e che per motivi "puramente personali" sconvolgerà nettamente la vita di Al: Jeb infatti sparirà improvvisamente, senza lasciare traccia, per poi essere ritrovato in condizioni decisamente preoccupanti.
In questa parte della storia ho apprezzato molto la complicità che s'instaura tra Al e Morpheus, è questione di poche righe, ma avremo modo di assistere a qualche sporadica scena di leggerezza tra i due: qualche scambio di sorrisi innocenti, confidenze. Comportamenti insoliti, se si pensa ai soliti battibecchi pungenti ai quali spesso assistiamo nel corso della saga, ma che risultano decisamente piacevoli nonostante siano pochi e brevi, e aventi il loro peso nella storia...

Un'altra parte che ho apprezzato è il salvataggio di Alyssa da parte di Morpehus, in una situazione davvero molto complicata che ha a che fare proprio con Jeb. Anche perché alla fine terminerà con una richiesta di giuramento sulla propria "vita-magia" (giuramento che vincola l'interessato e che in caso di mancato adempimento perderà i propri poteri), alla quale la nostra giovane protagonista non potrà dire di no!
Ma non tutto ciò che fa Morpheus ha sempre un fine egoistico o malevolo, infatti Alyssa scoprirà che ciò che muove il ragazzo Netherling non sono semplici capricci personali, ma ragioni molto più profonde: non a caso per il Nethering "il fine giustifica sempre i mezzi".


(...) Mi risulta tanto difficile accettare ciò che in lui c'è di buono. Anche se questo sta iniziando a cambiare. Comprendo perché l'estate scorsa mi ha tenuto nascosto tante cose riguardo le prove. Perché mi ha tenuto all'oscuro mentre eseguivo il suo piano, poco a poco. (...)
Tra le braccia di Morfeo - pag. 341 }

Sono rimasta infatti molto sorpresa dopo aver letto una rivelazione che la Regina Avorio fa ad Alyssa riguardo il suo futuro. Una rivelazione che personalmente ho apprezzato molto, pur sapendo che avrebbe di certo comportato delle complicazioni nello sviluppo futuro.
Per quanto riguarda il nostro caro Jeb, coinvolto ancora una volta nella vita magica di Alyssa. Per lui è tutto nuovo, come per la prima volta nella Tana del Coniglio di cui si parla nel Mio splendido migliore amico (primo romanzo della saga), ma nonostante questo sembra muoversi molto bene a fianco della nostra protagonista. E sopratutto ho apprezzato il fatto che sul finale egli assuma un ruolo decisamente meno "soffocante" nei confronti della ragazza, le dà molta più fiducia e libertà di agire, anziché cercare di essere sempre il suo principe azzurro senza macchia e senza paura.
V'è quindi una maturazione del personaggio, che impara a capire quale comportamento e posizione assumere nella loro relazione.

In questo punto ho iniziato a maturare anche una considerazione riguardo i sentimenti di Alyssa per Morpheus e Jeb:
In questo secondo "capitolo" della saga, mi è parso più che i sentimenti per Morpheus, nonostante siano spesso molto contrastanti, contengano una forza sconosciuta, potente, passionale, di cui anche Alyssa stessa si accorge; è che per questo mi hanno dato da pensare che ci sia qualcosa di molto serio e importante.
Si potrebbe dire lo stesso tra Alyssa e Jeb, anche perché il loro amore è veramente molto forte, c'è molta passione.
Mi viene quindi da pensare che Alyssa ami entrambi allo stesso modo, senza troppe riserve.
Ciò potrebbe destabilizzare decisamente il lettore, che ancora non sa chi dei due Alyssa sceglierà, e come potrà farlo senza rischiare di ferire l'altro. Ci si può schierare dalla parte di Jeb o di Morpheus, ma alla fine non si può negare che sia uno che l'altro completano al 100% le due vite della giovane protagonista: che ricordiamo, per metà è umana e per l'altra metà è Netherling.

Il finale prende una piega decisamente interessante. La vera natura Netherling di Alyssa sembra emergere sempre più dal suo bozzolo (tanto per restare in "tema insetti").
L'unica pecca è che il romanzo termina con un finale decisamente molto aperto, quasi a costringere il lettore ad acquistare il sequel per scoprire cosa accadrà ai personaggi che si trovano "in quella determinata situazione". Una pecca che ormai molti libri contengono.
Personalmente non condivido molto questo genere di mezzo per proporre un romanzo, ma ovviamente questo punto di vista è del tutto soggettivo; quindi per altri può non essere un punto rilevante.

Detto questo, espongo velocemente le mie considerazioni per quanto riguarda il testo e lo stile di quest'autrice, che come sempre non delude!
I suoi ritmi narrativi, la scorrevolezza e la cura per i dettagli e le descrizioni, come sempre coinvolgono e affascinano, trascinando il lettore "letteralmente" nel mondo di Alyssa. Possiamo dire quasi di percepire le sensazioni e le emozioni della nostra Al con la quale viene naturale identificarsi per la sua naturalezza e la sua originalità, degne di un personaggio quasi reale!



Verdetto finale:

Consigliatissimo quindi, per chi ama le atmosfere fantasy, gotiche, con scene romantiche e/o di passione.
Quattro cupcakes!

Il livello di passione si limita ad attimi di accesa passione alternata a provocazioni piccanti e sguardi mordaci.
Attimi da batticuore apprezzatissimi sia da romantiche adolescenti che da ragazze un po' più grandi ;)


Chissà cosa ci riserverà la prossima avventura!

La saga si compone in:
  1. Il mio splendido migliore amico (clicca il titolo per leggere la mia recensione)
  2. Tra le braccia di Morfeo
  3. Il segreto della Regina Rossa
  4. 6 cose impossibili (spin-off)

martedì 7 marzo 2017

Teaser Tuesdays #12



Buona sera Libroreaders e benvenuti nella Bottega Librosa ad un nuovo appuntamento con la rubrica Teaser Tuesdays, ideata dal blog Should Be Reading.
Sono diventata un po' poco attiva sul blog, ne prendo atto, ma non per mia volontà (questo è bene che lo sappiate!).
Ma passiamo subito al sodo; infatti in occasione della Festa delle Donne ho ricevuto un regalo molto carino da parte della mia compagnia telefonica (per ovvie ragioni non posso darvi il nome di quest'ultima) che ha selezionato per me tre titoli tra i quali scegliere, in formato digitale, da leggere gratuitamente ed esclusivamente su smartphone utilizzando la mia connessione dati (cosa che non mi alletta molto, in quanto leggere su smartphone lo trovo davvero scomodo, ma pazienza! XD).

Tra questi ho trovato un libro che avevo adocchiato qualche mese fa in libreria e che non ho potuto fare a meno quindi di prendere: Le donne erediteranno la terra di Aldo Cazzullo.
Direi che in occasione dell'8 marzo sia una lettura perfetta!
Un libro di saggistica scritto da un uomo, dedicato alle donne, alla loro forza, al loro coraggio e alle loro capacità, al loro saper guardare al futuro e prendersi cura di ciò che le circonda. Qualità che le rendono così uniche e forse maggiormente in grado di affrontare la nuova epoca, così grandiosa, ma anche così temibile, che stiamo vivendo.

Se anche voi volete partecipare al Teaser Tuesdays, potete seguire questi tre passaggi:

★ Prendi il libro che stai leggendo e aprilo a caso.
★ Condividi un breve estratto di quella pagina, stando attendo a non fare spoiler! Mi raccomando...
Trascrivi anche titolo e autore, così che anche gli altri, se interessati, possano aggiungere il libro alla propria wishlist.


Il mio Teaser




(...) La tenacia delle donne non è mai stata in discussione. La donna è colei che resta. Che resiste. Che trascina il resto della famiglia nel pericolo, nel dolore, nel lutto.
C'è un fatto nuovo: la maternità non è più una colpa o un dovere; e comincia a non essere più un ostacolo, ma una forza. Certo, non è sanata la piaga scandalosa delle aziende che fanno firmare dimissioni in bianco alle donne, da far scattare quando restano incinte. Ma ci sono aziende più lungimiranti che puntano sulle giovani madri, perché ne conoscono le straordinarie potenzialità.
Una madre è una donna più forte. Ha un'energia mentale e fisica moltiplicata. Perché è consapevole del suo potere, che nessun uomo potrà mai strapparle: generare la vita. (È vero, se avesse dieci figli, di energia da spendere nel lavoro e nella società non gliene rimarrebbe molta; ma ormai di figli se ne fanno pochini. Forse troppo pochi.) (...)

------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Teaser tratto dal libro digitale

------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Nonostante si tratti di un genere piuttosto "importante" e quindi non certo un genere da leggere "soltanto per passare il tempo", l'ho trovato estremamente interessante e chissà che non possa incuriosire anche qualcuno di voi ;)

Anche per questa sera è tutto. Vi auguro una buona serata e aspetto anche i vostri Teaser Tuesdays di questa settimana! ^^ Anche perché l'8 marzo si avvicina e sono curiosa di sapere se tra voi c'è qualcuno che come me ha deciso di inoltrarsi in una lettura, per così dire, "a tema" ahah
Alla prossima!